mercoledì 29 gennaio 2014

Il settantesimo compleanno









70esimo compleanno per il mensile NOI DONNE
che festeggia il traguardo con un inserto speciale
di Silvia Vaccaro dedicato al 1944-1950.

Nei prossimi numeri altri inserti racconteranno gli altri decenni nella vita del giornale e delle donne in Italia e nel mondo.

Noi Donne si vende in abbonamento.


www.noidonne.org








-----------------------------------------------------------------------------------------

venerdì 3 gennaio 2014

Chi è la donna?






Il secondo sesso
di Simone de Beauvoir
(1908-1986)

Il saggiatore - 1994
Traduzione di Roberto Cantini e Mario Andreose


Un classico. L'inizio di tanto femminismo cresciuto nei decenni seguenti. Uscito a Parigi per la Gallimard nel 1949, quando le conseguenze della guerra erano ancora visibili. Scritto con lucidità tagliente, profondità filosofica  e serietà analitica è una lettura indispensabile per capire da dove veniamo e dove stiamo andando come esseri umani di sesso femminile.

Nella prima parte (Libro primo) l'autrice inizia il suo studio dalla biologia, poi attraversa il punto di vista psicanalitico e del materialismo storico, e infine analizza la storia e alcuni miti.
Nella seconda parte (Libro secondo) l'autrice si concentra sul percorso verso l'emancipazione partendo dall'infanzia, dalla fanciullezza e dall'inizazione sessuale. Analizza quindi la condizione della donna sposata, della madre, la lesbica, la prostituta, la donna matura, la donna narcisista, la donna innamorata, la mistica e infine la donna indipendente.

Dall'introduzione della stessa autrice:
Tutti sono d'accordo nel riconoscere che nella specie umana sono comprese le femmine, le quali costituiscono oggi come in passato circa mezza umanità del genere umano; e tuttavia ci dicono che "la femminilità è in pericolo"; ci esortano: "siate donne, restate donne, divenite donne". Dunque non è detto che ogni essere umano di genere femminile sia una donna; bisogna che partecipi di quell'essenza velata dal mistero e dal dubbio che è la femminilità. La femminilità è una secrezione delle ovaie o sta congelata sullo sfondo di un cielo platonico? Basta una sottana per farla scendere in terra? Benchè certe donne si sforzino con zelo di incarnarla, ci fa difetto un esemplare sicuro, un marchio depositato. Perciò, essa viene descritta volentieri in termini vaghi e abbaglianti, che sembrano presi in prestito al vocabolario delle veggenti.




---------------------------------------------------------------------------