mercoledì 23 aprile 2014

In via Ungaretti 25 con Laila Wadia







AMICHE PER LA PELLE 
di Laila Wadia
Edizioni e/o - 2007




Un condomio al Centro di Trieste, il numero 25 di una immaginaria Via Ungaretti, dei condomini stranieri o estraniati che cercano di sopravvivere ai problemi pratici ognuno a proprio modo.

L'unico italiano è un vecchio brontolone, fascista e misantropo, che definisce tutti "negri" e manda al diavolo chiunque, tranne la piccola Kamla da lui ribattezzata Camilla alla quale legge e propone i versi di vari poeti italiani ma soprattutto di Ungaretti.

Nel condominio quattro donne di diversa nazionalità solidarizzano, usando tra di loro (anche per favorire l'integrazione dei figli) un italiano scarno e problematico: la bosniaca che va dicendo "kvesto e kvello" senza tanti complimenti, la cinese che "ha glandi ploblemi a plonunciale la elle", l'albanese e l'indiana che ci racconta.
E poi c'è Laura, l'insegnante di italiano, e in fondo anche di emancipazione femminile e di triestinità, che segue le donne e le loro famiglie nelle vicende burocratiche.
Il romanzo è anche la storia di uno sfratto e del brutale signor Rosso che spruzza razzismo ad ogni parola.

Storia assolutamente divertente, autoironica e positiva.

Laila Wadia indiana di Bombay vive a Trieste e scrive in inglese e in italiano.
Alcune sue pubblicazioni: Come diventare italiani in 24 ore (Barbera Editore - 2010)
e Se tutte le donne (Barbera Editore - 2012).


(Angela Siciliano)

--------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.